Archive for 10 Dicembre 2019

Ci si può affidare ai piromani per spengere un incendio?

Appena si sono profilate all’orizzonte le elezioni è tornato ad allietarci l’insopportabile mantra “sennòvincesalvini”. Ha battuto tutti sul tempo Macaluso, sul “Manifesto” del 10 agosto: “Ora nessuno indebolisca il centro-sinistra!”, ci hanno spiegato,“sennòvincesalvini”. (altro…)


La classe dirigente di domani

Poiché Dio si annida nei particolari, mi permetto di richiamare l’attenzione su un testo politico di capitale importanza che può essere sfuggito a molti. In verità non si tratta di un testo vero e proprio ma di una lettera, tuttavia la sua straordinaria importanza non risiede nella lettera in sé, e non consiste neanche nelle firme, bensì nelle qualifiche che i firmatari hanno ritenuto di dover allegare al proprio nome (con un gesto, in verità, un po’ singolare). (altro…)


La catastrofe e il che fare

                                            “Humanas actiones non ridere, non lugere,
neque detestari,  sed intelligere 
(Baruch Spinoza)

Sommario:

  1. I veri termini del problema che abbiamo di fronte: la fine della democrazia in Italia. 1
  2. La fine del movimento operaio. 1
  3. La fine dei partiti. 2
  4. Come è stato distrutto il movimento operaio. 2
  5. Come sono stati distrutti (o si sono auto-distrutti) i partiti, a cominciare dal nostro. 3
  6. Le leggi elettorali maggioritarie momento decisivo della distruzione della democrazia costituzionale. 4
  7. Hanno fatto un deserto, e l’hanno chiamato “fuoruscita dal Novecento”. 5
  8. Tolti il movimento operaio e la democrazia restano due cose “la pancia” e il potere assoluto dei media. 5
  9. La vicenda delle elezioni europee. 6
  10. Coniugare il “Tutti a casa!” con la necessità di non disperdere niente delle nostre forze: ricostruire il terreno per ricostruire la casa. 7
  11. Che fare? Tre cose, e tre cose soltanto, ma con tutte le nostre energie e subito. 7

(altro…)


Dopo le elezioni 9-6-19 (intervento impedito all’assemblea della Sinistra)

Intervento (mancato) di Raul Mordenti

(Roma, Teatro dei Servi, 9 giugno 2019)

Ho molto apprezzato che la quasi totalità degli interventi che mi hanno preceduto abbiano cercato di ragionare sulle ragioni profonde, e anche lontane, della sconfitta che abbiamo subìto alle elezioni europee. (altro…)