Il Governo salmone

Credo che vada raccolto l’appello accorato di Renzo Ulivieri, un grande uomo e un grande allenatore di calcio (dunque attualmente senza squadra) a non chiamare il Governo che attualmente ci allieta “Governo giallo-rosso”.

Intanto se fosse giallo-rosso, il Presidente del Consiglio sarebbe Francesco Totti (come i social si sono affrettati a dire), poi non risulta che questo Governo si sia mai venduto Pianic, Salah, Allison, Strotman, Naingolan, Manolas, El Sharavy né che abbia liquidato Daniele De Rossi; infine, per pochi che siano, esistono dei sinceri democratici tifosi della Lazio (guidati da Sandro Portelli, Guido Liguori e dai miei amici barbieri Rocco e Massimo) che non meritano di essere offesi così. Ma ancora più politica di queste politicissime ragioni è la considerazione seguente: non c’è nulla che uno come Franceschini possa rendere più “rosso” con la sua presenza.

Dunque “giallo-rosso” no, mai più, ve ne prego!

Allora “giallo-rosa”? Un’accoppiata di colori che – come si dice a Roma – “nun se po’ guardà!”, e poi è un nome che allude a dolciumi pastello, di plastica e con la melassa, che insomma solo a pronunciarlo fa venire il diabete. Evitiamo dunque assolutamente, sia per buon gusto che per salutista prudenza, anche di utilizzare “giallo-rosa”.

Ma poiché la nostra critica non vuole essere solo distruttiva (non sia mai!), avanziamo una proposta: questo Governo sia chiamato “salmone”; e ciò per molti motivi.

Anzitutto è un colore (francamente) un po’ del cavolo, dunque in questo caso adattissimo; poi il pesce in questione è aduso risalire la corrente, e Iddio sa quanto ci sarebbe bisogno di risalire la corrente delle leggi-vergogna varate negli ultimi anni in tempi diversi prima dal Pd e poi dai 5 Stelle (l’elenco sarebbe troppo lungo per le pagine di “Left”); infine, per magia della nostra lingua, la parola “salmone” contiene anche dalla parola “salma”, dunque può alludere a qualche ministro, a qualche vice-ministro e a qualche sottosegretario.

Dunque: che d’ora in poi sia per tutti “Governo salmone”, e non discutiamone più.

16/9/2019


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.